Quello che non sai sulle castagne

News

Quello che non sai sulle castagne

Con l’arrivo del primo freddo, non passano inosservati quegli alimenti che richiamano alla mente il calore, tra questi, senza dubbio, vi è la castagna, simbolo delle stagioni fredde che si contraddistingue per le sue proprietà. Le castagne sono i frutti del castagno e si presentano in diverse forme, attenzione a non confonderle con i semi dell’ippocastano, non commestibili; si differenziano per la forma rotondeggiante e minuta, la buccia più spessa e il colore più chiaro. Oltre alla forma e al colore, sono note per le proprietà nutrizionali che le rendono un alleato per la salute.

Quali sono i principali benefici della castagna?

Le castagne riducono la stanchezza e lo stress, proprio perché composte principalmente da carboidrati; sono ricche di ferro e quindi ideali per chi soffre di anemia; aiutano a regolare l’apparato intestinale poiché posseggono un’alta quantità di fibre; migliorano il sistema nervoso potenziando l’attenzione e la memoria; contrastano il colesterolo alto. Inoltre, pur avendo caratteristiche nutrizionali simili ai cereali, le castagne, non contengono glutine.

Date le molte proprietà, è bene sapere che non a tutti fanno bene, essendo ricche di carboidrati (zuccheri) non sono adatte per chi soffre di diabete, obesità o colite. C’è da dire che le castagne crude sono altamente sconsigliate, poiché potrebbero causare cattiva digestione, problemi intestinali o gastrite.

Quando si raccolgono le castagne?

La raccolta delle castagne avviene tra ottobre e novembre, quelle mature tendono a cadere spesso con il guscio, mentre quelle acerbe rimangono attaccate all’albero. In Campania sono moltissime le zone dove raccogliere le castagne, basta dirigersi nei boschi dell’Appennino avellinese per fare passeggiate alla ricerca di ricci dai tesori nascosti. In passato, esse erano considerate un dono prezioso della natura poiché potevano sfamare negli inverni più rigidi, si conservavano a lungo, erano utilizzabili per moltissime ricette ed erano impegnate come oggetto di scambio.

 

Ultime news